Contributi per le AZIENDE Regione LAZIO

Postato March 12 2007
Contributi per le imprese   martedì 11 aprile si aprirà il bando regionale che offre contributi alle piccole e medie imprese del commercio per la riqualificazione ed il potenziamento dei sistemi e degli apparati di sicurezza anticrimine. -------------------------------------------------------------------------------- L’iniziativa, promossa dalla Regione su iniziativa dell’Assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianato Francesco De Angelis, prevede uno stanziamento di 1 milione e 455 mila euro. «La Regione Lazio, afferma De Angelis, attuando l’articolo 74 della legge 289 del 2002, concede questo importante ed atteso contributo alle piccole e medie imprese commerciali, consentendo agli operatori di investire in sicurezza con un finanziamento fino al 50% delle spese sostenute. Vogliamo cioè incentivare gli esercizi commerciali a riqualificare, installare e potenziare sistemi ed apparati di sicurezza a difesa passiva, contro i pericoli derivanti da fenomeni di criminalità». Il bando ammette a finanziamento le spese per: collegamenti telefonici telematici ed informatici per il collegamento degli impianti di sicurezza con centrali di vigilanza sistemi di videosorveglianza o videoprotezione, nel rispetto della legge sulla privacy sistemi telematici antirapina integrati sistemi antifurto, antirapina o antintrusione ad alta tecnologia sistemi di allarme con individuazione satellitare collegati con le centrali di vigilanza casseforti o armadi blindati; cristalli antisfondamento; inferriate, serrande e porte di sicurezza sistemi di pagamento elettronici (POS e carte di credito) dispositivi aggiuntivi di illuminazione notturna, connessi all’impiego di protezioni che consentono la vista dell’interno. «Ciascun imprenditore, spiega De Angelis, potrà ottenere da un minimo di mille ad un massimo di diecimila euro. Si tratta dunque di un significativo segnale di attenzione della Giunta Marrazzo ad uno dei problemi più sentiti dalla categoria. I piccoli commercianti, infatti, sono i più esposti a quella che, a torto, viene definita microcriminalità. Un sostegno che, nel clima di austerità di bilancio, conferma l’attenzione concreta della Regione alle problematiche delle PMI commerciali». La presentazione delle domande prevede una procedura che si articola in due fasi: martedì 11 aprile (giorno successivo alla data di pubblicazione dell’Avviso pubblico sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio), a partire dalle ore 8,30 gli interessanti potranno collegarsi al sito www.sviluppo.lazio.it, prenotandosi tramite il modulo di domanda predisposto, con procedura guidata sul sito. Entro i successivi cinque giorni lavorativi, poi, il commerciante dovrà inviare, tramite raccomandata, la domanda in formato cartaceo e i relativi allegati a Sviluppo Lazio spa, incaricata dalla Regione di gestire le istruttorie.