Caserta: sottoscritto protoccollo d'intesa sulla videosorveglianza

Postato May 31 2012
Siglata l'intesa tra le associazioni dei commercianti e i delegati delle Forze dell'Ordine. Tecnologia a supporto della sicurezza. Questo il tema al centro dell’incontro di stamattina alla Prefettura di Caserta, dove è stato firmato un protocollo d’intesa per l’installazione degli impianti di videosorveglianza all’interno degli esercizi commerciali di Terra di lavoro. La firma dell’accordo mira a tutelare in particolar modo le farmacie, bersagli sempre più appetibili per furti e rapine. All’evento si sono riuniti il prefetto di Caserta Carmela Pagano, i rappresentanti provinciali di Confcommercio, Confesercenti e Federfarma, oltre ai responsabili provinciali delle forze dell’Ordine. “Antirapina” la parola d’ordine del provvedimento, in programma già da anni, che si inserisce in un contesto di respiro nazionale nel tentativo di contrastare e inibire gli episodi di criminalità. Le apparecchiature di videosorveglianza saranno dotate di connessione diretta con i centri operativi delle forze dell’ordine. “Dalla combinazione di strategie che vanno nella stessa direzione – ha affermato Il prefetto Carmela Pagano – si è arrivati a stipulare a livello nazionale questo protocollo che con la firma odierna andiamo a recepire in ambito provinciale e sulla base di ciò avvieremo la fase attuativa in cui le forze dell’ordine avranno un ruolo fondamentale. Il fatto di sapere che c’è un sistema diffuso di telecamere sul territorio – ha poi aggiunto – di per sé ha un effetto deterrente rispetto a certi modus operandi che, in assenza, possono diventare più aggressivi e più spregiudicati”. Dal canto suo Tommaso De Simone, presidente della Camera di Commercio, ha aggiunto “quei commercianti che vorranno adottare questo sistema di videosorveglianza e che lo potranno installare con l’aiuto di un piccolo contributo della Camera di Commercio.” “Abbiamo 220 farmacie in provincia di Caserta, credo che circa un 30 per cento sono già munite del sistema che, ovviamente, cercheremo di adeguare al nuovo protocollo. Considerando che molte aziende hanno già sistemi compatibili con le forze dell’ordine, potremo dare un forte impulso all’iniziativa, cosa nella quale Federfarma si sta già impegnando”, ha dichiarato Vincenzo De Lucia, presidente di Federfarma. “Speriamo che questo strumento sia un’ulteriore occasione – ha spiegato Carmine Nardone, comandante dei Carabinieri – per avvinarci e non limitare alle immagini la collaborazione. Ci aspettiamo ben altro. Bisogna sfruttarlo a pieno per fare in modo che funzioni alla perfezione”. [Fonte: lunaset.it]